Pubblicità

Questo blog aderisce al network di raccolta pubblicitaria VinoClic.

Novità! eBook!

Il mio primo eBook, ideato e scritto con Giampiero Nadali; un manuale digitale dedicato ai nuovi turisti del vino sempre più interattivi e digitali.
Leggi qui la scheda dell'eBook e tutte le informazioni per acquistarlo online.

Perché VinoPigro?

Perché il vino è un prodotto della natura. E la natura ha i suoi tempi. Non i nostri, sempre così affannati, nevrotici, insufficienti. Per fare un grande vino ci vuole tempo, per fare un bambino ci vuole tempo, per fare del pane (quello buono) ci vuole tempo, tempo... e tranquillità. Anche per scrivere ci vuole tempo, perciò non pensiate di trovare nuovi post ogni santo giorno. Prendetevi tempo per leggere queste pagine. E lasciatene un po’ anche a me: ad essere pigro non c’è solo il vino.

Collaborazioni

Columnist

eBook

Palate Press presenta l'eBook sul primo anno di attività. Oltre 100 diversi autori da tutto il mondo hanno contribuito con più di 800 storie sul vino, dalle semplici recensioni alle complesse discussioni sulla scienza del vino. L'eBook "The Best of the Press" raccoglie le storie più apprezzate dai lettori nel primo anno attività.
In vendita qui

Ultimi commenti
Twitter
« 2 febbraio, il compleanno di un grande | Main | Tutto (o quasi) quel che avreste voluto sapere sul "ripasso" »
lunedì
gen312011

Follow me on Twitter (my latest tweets)

Per chi non lo sapesse, VinoPigro ha da tempo un account anche su Twitter, il social-coso nel quale sono più attiva che altrove.

Non solo e non tanto per la praticità d'uso (bastano 140 caratteri per lanciare un messaggio), quanto per l'importanza, a mio parere, che questo medium, più di tanti altri sulla rete, riveste ai fini dell'informazione.

 Diversamente da quello che fanno moltissimi twitterers infatti, Twitter non è una specie di chat pubblica, ma un vero e proprio canale di informazioni, dove le stesse si susseguono a grande velocità.

Una caratteristica che però è anche un grande limite: se in quel dato momento non sei davanti allo schermo, rischi di perderti un tweet che potrebbe interessarti. Una limitazione alla quale si riesce a ovviare attivando alcuni strumenti (come TweetBeep).

Per i miei cinque o sei pigri lettori, anyway, ecco un riassunto dei miei tweets settimanali più importanti (24-31 gen.2011);

 

 

Reader Comments (1)

thanks

marzo 29, 2011 | Unregistered Commenterrmt

PostPost a New Comment

Enter your information below to add a new comment.

My response is on my own website »
Author Email (optional):
Author URL (optional):
Post:
 
Some HTML allowed: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <code> <em> <i> <strike> <strong>